Recupero e restauro dell'ex-cantiere Solmine, Scarlino

L’edificio faceva parte della rete di siti, strutture e immobili che contribuivano a definire il ciclo produttivo minerario della società Montecatini. La stazione di Scarlino era uno dei punti di arrivo e di smistamento della pirite, estratta dalle miniere della zona. L’immobile fungeva da magazzino e da officina. Dopo vari decenni di abbandono, i Comuni delle Colline metallifere hanno iniziato un’opera di recupero dei siti produttivi, finalizzata alla realizzazione del Parco Tecnologico minerario. Questo edificio è un primo esempio di riconversione della dismessa attività mineraria, in esso si possono ammirare le tecniche costruttive industriali di metà secolo scorso. Il progetto di recupero, lasciando inalterata la tipologia architettonica e valorizzando i materiali in esso contenuti, trasforma uno spazio aperto e indifferenziato in un luogo di ritrovo e di socializzazione, adatto per  conferenze, sala di riunioni, centro per i giovani e per le associazioni del territorio.

Committente: Amministrazione comunale di Scarlino
Anno: 2012
Fase: Progettazione definitiva, esecutiva e direzione lavori
Importo lavori: 151.000,00 Euro