Profilo

Giampaolo Romagnoli (Gavorrano, 28 agosto 1962), architetto, laureato presso la Facoltà di Architettura di Firenze. Dopo la laurea, opera in alcune Amministrazioni comunali dirigendo il settore della pianificazione territoriale. Per il Comune di Gavorrano (Gr) è stato responsabile dell’ufficio per l’istituzione del Parco Minerario. Successivamente ha collaborato alla redazione di numerosi piani urbanistici generali e attuativi, in particolare è stato consulente per la redazione dei piani strutturali di Gavorrano (Gr) (coordinatore generale Vezio De Lucia) e Monterotondo Marittimo (Gr). Ha redatto il piano per i centri storici di Scarlino (Gr) e Monterotondo Marittimo (Gr). Ha redatto con Georg Frisch il regolamento urbanistico di Gavorrano (Gr).Nel campo dell’architettura e dell’arredo urbano, ha progettato la sistemazione dell’area archeologica intorno al castello di Scarlino (Gr), la piazza antistante la chiesa di San Biagio a Caldana (con Gianluca Frassineti). Con Luca Romagnoli e Marco Zuttioni ha proposto uno studio di fattibilità per il recupero delle mura medievali del paese di Scarlino. Sempre a Scarlino è in corso la progettazione per la sistemazione funzionale e il restauro dell’ex officina Solmine, finalizzata alla realizzazione di un centro multifunzionale pubblico. Ha fatto parte del gruppo di progettazione per la realizzazione di percorsi trekking e aree di sosta all’interno del “Parco naturalistico delle Bonifiche”, tra Grosseto e Castiglione della Pescaia. E’ in corso di completamento la costruzione di un centro estetico a Gavorrano. Ha partecipato a numerosi concorsi di progettazione tra i quali la ricostruzione della torre civica di Scarlino (con Anna Baglioni, Riccardo Vannozzi e Francesca Amore - secondo classificato), l’ampliamento del polo scolastico di Monteroni d’Arbia (con Luca Romagnoli e Alessia Pincini), la sistemazioni delle mura di Massa Marittima, l’abbatimento delle barriere architettoniche della cattedrale di Grosseto (con Luca Romagnoli – finalista).